• Array
  • Array
  • Array

Chi viene a visitare la Campania non può fare a meno di dedicare più di un giorno a magnifiche passeggiate e a sorprendenti escursioni nell’area del Parco Nazionale del Vesuvio, che ricopre 8.482 ettari.
Nei tempi antichi il Vesuvio era la montagna “buona”, coperta da una fitta vegetazione e generosa di buon vino. Oggi è il vulcano più famoso al mondo, formato da un cono esterno tronco, il Monte Somma, e l’unico in tutta Italia protetto da un Parco Nazionale.
Nove percorsi escursionistici, per una lunghezza complessiva di 54 chilometri, organizzati secondo tipologie di tour guidati differenti, per piacevoli passeggiate e, per i più esperti: sei sentieri circolari (che partono e arrivano allo stesso punto); un sentiero educativo; un sentiero panoramico ed uno agricolo. Anche i diversamente abili avranno la possibilità di godere delle bellezze dei luoghi: per essi, ad esempio, è stato realizzato il “Giardino dei profumi e dei colori”, un giardino ispirato all'ambiente naturale della macchia e che risponde a finalità didattiche ed estetiche.
Da un punto di vista naturalistico, è utile distinguere il versante vesuviano da quello sommese. Il primo, più arido, presenta la caratteristica vegetazione della macchia mediterranea, con pinete artificiali e boschi di leccio; il versante del Somma è, invece, più umido ed è caratterizzato dalla presenza di boschi misti di tipo appenninico di castagno, querce ontano, aceri e lecci.
Anche la fauna è particolarmente ricca e piuttosto variegata. Rettili come il ramarro, anfibi come il rospo smeraldino e mammiferi, tra i quali spiccano l’ormai raro topo quercino, il moscardino, della faina, della volpe, del coniglio selvatico e della lepre.
Più di cento le specie di uccelli tra residenti, migratrici, svernanti e nidificanti estive. La Poiana, il Gheppio, lo Sparviero, il Pellegrino, l’Upupa, la Tortora Colombaccio, il Picchio rosso maggiore, il Codirossone, il Passero solitario, il Codibugnolo, il Picchio muratore, il Corvo imperiale, la Cincia mora, ma anche la Beccaccia, il Codirosso spazzacamino, il Torcicollo, il Tordo bottaccio, il Lucherino.
Infine, le coloratissime farfalle diurne e notturne che frequentano in gran numero le fioriture della flora mediterranea vesuviana.
La guida turistica della Regione Campania suggerisce un possibile abbinamento con Pompei, Ercolano, Napoli, Solfatara, Sorrento, Costiera Amalfitana.

visita guidata Pompeii e Vesuvio

visita guidata Pompeii e Vesuvio

 San Gregorio Armeno e Spaccanapoli

San Gregorio Armeno e Spaccanapoli

Escursione guidata Pompei e Vesuvio

Escursione guidata Pompei e Vesuvio

Escursione guidata Napoli a piedi

Escursione guidata Napoli a piedi

Tour del Vino: Lachrima Christi del Vesuvio

Tour del Vino: Lachrima Christi del Vesuvio

Escursione al Vesuvio

Escursione al Vesuvio

This website uses cookies: if you continue using our website, we'll assume you agree to receive all cookies from this website.OK